Come impedire alla vita di tutti i giorni di rubarti la passione

Come impedire alla vita di tutti i giorni di rubarti la passione

Photo Credit: du3z via Compfight cc
Photo Credit: du3z via Compfight cc

Ultimamente mi è capitato di parlare di un argomento molto interessante con un gruppo di scrittori. Il punto della questione era: vi siete mai sentiti come se la vita stesse rubando qualcosa alla vostra arte? La vita di tutti i giorni sottrae tempo ed energia alla scrittura (o a qualsiasi sia la tua arte)? E’ un problema della vita o è un tuo problema? E sopratutto… c’è qualcosa che possiamo fare?

Molti di noi – scrittori e artisti in generale – non riescono a guadagnarsi da vivere con la scrittura, il che significa che dobbiamo lavorare. Per fortuna faccio un lavoro che mi piace e forse è per questo che non lo percepisco come un problema, ma conosco molti scrittori e artisti che facevano o fanno qualcosa che non gli da alcuna soddisfazione. E’ quello il momento in cui iniziamo a sentirci come se la maggior parte della nostra giornata trascorresse in modo anonimo, mentre dovremmo fare altro.

Quando la giornata lavorativa è finita, ci sono molte altre attività da svolgere. Andare a fare la spesa, cucinare qualcosa per cena, stirare, lavare i piatti. Poi c’è la famiglia, che è meravigliosa e (si spera) ci supporta sempre; amiamo trascorrere tempo con loro ma la giornata è composta da 24 ore soltanto, per questo far spazio per le nostre passioni può essere molto difficile

Un consiglio che sento spesso è questo: “puoi fare bene solo una cosa alla volta, quindi scegli una cosa e concentrati su quella”. Meraviglioso! Quindi devo solo concentrarmi sulla scrittura e finire il mio romanzo. Giusto?

Giusto.

Ma…

Oh, sì. C’è sempre un ma…

Ma un altro ottimo consiglio che sento ripetere di continuo è: “finire il tuo romanzo è importante, certo, ma non dimenticare di costruire la tua piattaforma oppure non ci sarà nessuno interessato a leggere quello che scrivi”.

Anche questo è vero.

Quindi?

Posso fare solo una cosa per volta ma devo farne almeno due insieme: scrivere il mio libro e tener vivo il mio blog. Cosa non facile, specialmente se consideri che tener vivo un blog non significa solo scrivere un post di tanto in tanto. Bisogna fare qualche ricerca per scrivere cose utili, fare un po’ di promozione sui social media e sarebbe una buona idea intrattenere rapporti cordiali con gli altri blogger del settore, leggendo i loro post e lasciando commenti.

Improvvisamente le cose che devi fare diventano un numero tale da essere soffocante.

Ti senti soffocare?

Non preoccuparti. Non sei solo.

Possiamo sentirci soffocati insieme e leccare le nostre ferite artistiche.

O…

(ah, ah! C’è un’alternativa!)

… possiamo cercare un modo per venirne a capo.

Photo Credit: kem09m via Compfight cc
Photo Credit: kem09m via Compfight cc

Prima di tutto: scegli come spendere la tua energia.

Anche se i social media possono averci dato l’illusione di avere il dono dell’ubiquità, in realtà possiamo trovarci in un solo posto alla volta. Allo stesso modo non possiamo concentrarci su troppe cose contemporaneamente. Ecco perché occorre scegliere saggiamente che cosa davvero merita la nostra attenzione e cosa possiamo lasciar perdere.

Devi finire la prima stesura del tuo romanzo perché stai impazzendo all’idea di non farlo? Allora dedicati a quello e non preoccuparti di altro finché non hai finito. Dopo potrai occuparti del resto. Devi lanciare il tuo nuovo blog? Allora usa i tuoi momenti liberi per lavorarci sopra, il resto può attendere.

Può sembrare contraddittorio con quanto detto prima, ma non lo è. Ci sono molte cose importanti che hanno bisogno della tua attenzione ma il tuo tempo e le tue energie sono limitate. Scegliendo dove spendere queste energie, decidi che cosa ha la priorità. Puoi provare con questo sistema: scrivi una lista di cose che richiedono la tua attenzione; non dev’essere molto dettagliata, butta giù un elenco delle cose che minacciano la tua tranquillità e mettile in ordine di urgenza. Per esempio:

  1. Lanciare il mio blog
  2. Terminare la prima stesura del mio romanzo
  3. Revisionare la prima stesura del mio romanzo.

Ora sai che cosa devi fare per prima cosa. Una volta che avrai terminato, potrai ricominciare con la seconda voce sulla lista.

Per quanto riguarda i social network, sono importanti per promuovere la tua attività ma il rischio è quello di esserne inghiottiti. Anche in questo caso occorre scegliere saggiamente quali sono i pochi social network che funzionano meglio per il tuo scopo e lasciar perdere gli altri.

Photo Credit: shinji-man via Compfight cc
Photo Credit: shinji-man via Compfight cc

Secondo: pianifica

Lo so, lo so. Può sembrare semplicistico, ma pianificare in anticipo le cose da fare aiuta davvero, per tre ragioni principali:

  1. Ti aiuta a definire le priorità: quando tutte le cose da fare sono scritte su un pezzo di carta, puoi decidere con più lucidità che cosa è più importante fare prima.
  2. Ti permette di risparmiare energia e tempo: se tutto è già pianificato, non dovrai decidere che cosa fare lungo la strada, perché saprai già qual’è il prossimo passo,
  3. Ti da un’idea precisa di quanto tempo libero tu abbia effettivamente: pianificando puoi scoprire momenti liberi che normalmente lasci trascorrere in                                                                modo improduttivo. Questo deve cambiare (ed è una cosa con cui lotto ogni giorno).

Ci sono molti metodi per pianificare: scrivere tutto quello che devi fare ogni giorno e cercare di attenerti al piano; scrivere una lista delle cose da fare in ordine di priorità; tenere agende o calendari separati, uno per le attività di tutti i giorni e uno per la scrittura. Qualche giorno fa ho letto un articolo interessante, An insanely simple 3 step guide for killing procrastination, che propone di spendere qualche minuto ogni sera per pianificare la tua missione più importante per il giorno successivo. Non c’è un solo modo giusto. L’unica cosa da fare è provare, vedere se funziona e, se non funziona, tentare qualcosa di diverso.

L’importante è trovare un sistema adatto a te per dedicare un po’ di tempo alla tua arte ogni giorno. Una volta fatto questo, puoi suddividere i grandi obiettivi della tua prima lista in piccoli passi e pianificare quando compiere ognuno di essi. Per esempio, il primo punto era “lanciare il mio blog”:

  • Acquistare un dominio
  • Decidere un tema adatto
  • Impostare il titolo e l’aspetto del blog
  • Scrivere la ABOUT page
  • Rivedere la ABOUT page

Con una lista più dettagliata sarà più semplice pianificare quando e come completare ogni punto.

Photo Credit: Luca Versari via Compfight cc
Photo Credit: Luca Versari via Compfight cc

Terzo: cerca gli strumenti che possono renderti la vita più facile

La scorsa settimana, mentre scrivevo sulla mia pagina facebook, ho notato un fumetto che mi domandava “vuoi pubblicare immediatamente?”. È stato così che ho scoperto della possibilità di pianificare post su facebook. Questo ha cambiato il mio approccio alla pagina ed è solo un esempio degli strumenti che possono aiutarci.

Hootsuit.com è un’altra ottima risorsa per gestire la tua presenza su social media ed è gratuito fino ad un certo numero di pagine.

Potresti dover pagare qualcosa per questo genere di strumenti, ma non possiamo fare tutto da soli e talvolta è giusto delegare. Basta trovare il giusto equilibrio tra quello che puoi fare da te e quello che può valere la pena di pagare un po’.

E ora?

Non ti ingannerò, non è facile.

Ma è possibile.

Puoi farcela, un passo alla volta.

Una nuova settimana sta per iniziare, perché non provi a rivedere i tuoi piani seguendo questi step?

  1. Scegli dove spendere le tue energie e concentrati sulle cose importanti: che cosa devi fare innanzi tutto? Che cosa devi completare nel più breve tempo possibile? So che dentro di te conosci la risposta, quindi non temere di prendere l’iniziativa.
  2. Pianifica in anticipo: prendi il tuo obiettivo e suddividilo in piccoli passi, decidi che cosa fare ogni giorno, mettilo per iscritto e attieniti al piano. Attenzione: non è una punizione. Sii realistico in quello che chiedi a te stesso!
  3. Cerca gli strumenti che possono aiutarti a raggiungere lo scopo: ci sono degli strumenti (ne scriverò ancora nei prossimi post) e se non sai dove cercare non aver paura di chiedere a chi ne sa di più. Potresti essere sorpreso di scoprire quante persone disponibili ad aiutare ci sono là fuori.

Mi piacerebbe conoscere la tua opinione e le tue esperienze! Se vuoi condividere il viaggio, lascia un commento!

Leave a Reply

%d bloggers like this: